Arrivo

Salve, mi chiamo Louis. Sono francese, più precisamente della Bretagna, nella Francia occidentale. Sono arrivato a Istanbul il 26 gennaio e sarò in convento per i prossimi cinque mesi.

Studiando ingegneria a Parigi, ho deciso di prendermi un anno sabbatico. Negli ultimi sei mesi ho lavorato come stagista ad Annecy, nel mezzo delle Alpi francesi. Ho lasciato le cime innevate per fare volontariato qui, a Istanbul. Sono stata inviata dall’organizzazione Dom&Go, il servizio di volontariato della provincia domenicana di Francia.

La cosa che mi ha colpito di più al mio arrivo è stata la presenza di moschee ovunque. Me lo aspettavo, ma è piuttosto caratteristico vedere un minareto a ogni angolo di strada. Per me, che ho visitato soprattutto Paesi cristiani, la presenza di moschee non è usuale.

I primi giorni sono stati dedicati all’esplorazione del convento e dell’area circostante. Sono rimasto molto colpito dalla densità storica della città. La città è così grande che ogni quartiere è ben distinto dall’altro.

Qual è la mia missione qui?

Aggiorno regolarmente questo sito web con articoli originali o con aggiornamenti di articoli già esistenti. Aiuto anche in biblioteca. Alcune stanze sono in fase di restauro. Per consentire questi lavori, devo spostare alcuni libri. Posso anche fare un po’ di giardinaggio. Ho aiutato Claudio a tagliare e sminuzzare i rami. Ho anche cercato di trovare un modo per utilizzare le tante arance regalate dagli alberi di arance. Una soluzione è quella di fare la maramlade e la frutta in scatola. Fuori dal convento, aiuto un giorno alla settimana nella scuola per rifugiati dei Salesiani. Insegno un po’ di tutto (matematica, scienze, geografia, inglese). I bambini sono piuttosto indisciplinati e a volte riuscire a parlare a tutta la classe è una sfida enorme. Infine, una volta a settimana aiuto in un’associazione a Istiklak che aiuta le donne rifugiate a prendersi cura dei loro figli o a gestire la loro maternità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.